Protesi mobile
e fissa

La mancanza di uno o più denti, oltre a creare delle difficoltà funzionali costituisce una circostanza spiacevole e spesso imbarazzante per ogni persona. Se per motivi economici o fisiologici non è possibile procedere all’intervento di implantologia, esistono valide soluzioni protesiche, sia fisse che mobili. Per scegliere la tipologia di protesi più adatta è necessario sottoporsi ad una visita accurata. Valuteremo il caso specifico con un colloquio con il paziente per capire le sue esigenze e aspettative. 

Le protesi di ultima generazione sono biocompatibili ed anallergiche e garantiscono dei risultati ottimali sia estetici che funzionali. La protesi mobile può essere completa (quando mancano completamente i denti di una o entrambe le arcate) o parziale quando sono assenti solo alcuni denti. Si parla di protesi mobile quando è previsto che il paziente la rimuova per le manovre igieniche senza interventi professionali. Possono essere di vari tipi e materiali (protesi in resina, scheletrati) e più o meno sofisticate nella loro progettazione e realizzazione.

La protesi fissa è un tipo di protesi che ricopre denti naturali per rinforzarli (capsula/corona) o per sostituire denti mancanti usando come pilastro i denti residui (ponte). I denti vengono opportunamente preparati e una volta che il dentista avrà inserito il dispositivo il paziente non avrà necessità di rimuoverlo per le manovre igieniche quotidiane: molto spesso è impossibile distinguerli dai loro denti naturali. Una variante particolare di protesi fissa è quella eseguita su impianti.

Dott.ssa Maria Lina Mura
Impostazioni della casella dei cookie